Agroalimentare Notizie

EKK, L’ABRUZZO IN SINTESI CONQUISTA MILANO

12 lug –
Pescara – Presentata a Milano “Ekk, l’Abruzzo in sintesi” il progetto che trasforma la cantina storica Santangelo, ai piedi dello splendido borgo di Città Sant’Angelo (Pe) in polo delle eccellenze d’Abruzzo grazie ad un mercato delle tipicità, ad un ristorante, ad un laboratorio del gusto e ad un centro vivaistico di oltre 6mila metri quadrati.
Il progetto innovativo, già presentato in Abruzzo pochi mesi fa, ha conquistato anche la stampa milanese giovedì 8 luglio presso il ristorante abruzzese “Il Capestrano” di Milano. «Si tratta di un progetto ambizioso che vuole far conoscere la nostra regione in modo qualificato, immediato e innovativo – ha spiegato Umberto Febo, l’imprenditore florovivaistico che ha pensato tutto questo – Su una superficie di 10.000 mq coperti troveranno spazio ben 6 attività unite dagli stessi comuni denominatori: la tradizionale ospitalità, il tempo libero e il mangiar bene».
Durante la presentazione Claudio Ucci, responsabile marketing Ekk, ha illustrato il lavoro nel dettaglio partendo dal significato del nome. “Ekk”, che in dialetto abruzzese significa “ecco qui”, è stato infatti scelto per indicare che, in un unico luogo, si può trovare realmente l’Abruzzo in sintesi. Le attività saranno Ekk Hotel, Ekk Tipico d’Abruzzo, Ekk Ristorante, Ekk Garden, Ekk Cafè, Ekk Centro Business. Sebbene autonome, tutte saranno strettamente correlate. Ekk Garden, ad esempio, diverrà il centro di un nuovo polo turistico, quello florovivaistico, che fra l’altro proporrà agli amatori corsi per impostare un giardino pensile, curare un orto da balcone o apprendere i segreti della coltivazione dei fiori. Ekk Hotel apparterrà invece alla catena Ecoworldhotel e sarà unico, non solo per il rispetto dell’ambiente, ma anche per aver fatto rivivere la cantina rendendola un luogo di ospitalità. Un esempio su tutti: le camere saranno ospitate nelle vecchie cisterne di cemento della cantina Santangelo e ogni locale sarà frutto del recupero dei luoghi dove, un tempo, nasceva il vino. Ekk Tipico d’Abruzzo ospiterà poi il mercato permanente del prodotto tipico che farà scoprire al pubblico prodotti dell’eccellenza abruzzese, suddivisi per singola provincia. Sarà quindi dato rilievo al singolo territorio e alla sua produzione. Per meglio orientare l’acquirente, il personale sarà “formato” direttamente anche dai produttori e diventerà un vero e proprio consulente dei prodotti e dei loro abbinamenti. «Stiamo ricevendo tantissime adesioni da parte dei produttori – spiega Tino Fortunato Di Sipio, gastronomo ed esperto di produzioni tipiche agroalimentari – Su oltre 600 realtà locali si arriverà alla scelta di 140, in base alla tipicità del prodotto e della sua lavorazione». Ekk Ristorante ospiterà invece corsi di cucina, serate a tema e veri e propri spettacoli culinari, come la Panarda. Proprio questa cena medievale abruzzese è stata scelta per presentare Ekk a Milano. Sessanta portate, musica e rime hanno accompagnato una serata che verrà ricordata, introdotta da Mimmo D’Alessio e eseguita magistralmente da oltre 15 chef e più di 15 camerieri provenienti dai ristoranti abruzzesi “L’angolino sul mare” di Francavilla, “La lanterna” di Cepagatti, “Degusto” di Spoltore, “S. Eufemia” di Fara Filiorum Petri e “Il Capestrano”, abruzzese a Milano.
Grazie a Ekk si creeranno nuove opportunità per tutto il territorio abruzzese e, in particolare, per Città S. Angelo, che, come ricordato dal sindaco Gabriele Florindi, è stata recentemente riconosciuta Città Slow e membro del club “Borghi più belli d’Italia”. L’inaugurazione di Ekk è fissata per il mese di ottobre.

0
0

Commenti di Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.